Per fruire del servizio - i servizi on-line collegati

Certificati online

Descrizione

L'autocertificazione o "dichiarazione sostitutiva di certificazione" è una semplice dichiarazione che sostituisce alcuni certificati, senza che sia necessario presentare il certificato vero e proprio.

A chi può essere presentata:

Pubbliche amministrazioni, Gestori di servizi pubblici (per esempio Enel, Publiacqua, Alia, Rai ecc) e privati che lo consentono (Gli enti, gli istituti e i soggetti privati come banche, assicurazioni, datori di lavoro ecc. hanno facoltà o meno di accettarla).

Cosa autocertificare

  • Dati anagrafici e stato civile
  • Titoli di studio, qualifiche professionali
  • Situazione economica, fiscale e reddituale
  • Posizione giuridica
  • Iscrizione in albi o elenchi tenuti dalle pubbliche amministrazioni
  • Posizione agli effetti degli obblighi militari
  • Stato di disoccupazione
  • Qualità di pensionato, casalinga e studente
  • Iscrizione ad associazioni o formazioni sociali

Tali dichiarazioni possono essere anche cumulative.

L'autocertificazione può riguardare anche dati storici, cioè relativi a dati riferiti a un momento diverso dall'attuale.

L’autocertificazione ha la stessa validità del certificato che sostituisce

Quando non si può utilizzare

Non sono sostituibili con autocertificazioni:

  • i certificati medici, veterinari, di origine, di conformità CE, di marchi e brevetti.
  • Atti all'autorità giudiziaria (Giudici di pace, Tribunali, Corti d'Appello) in procedimenti giurisdizionali.

Il cittadino assume la responsabilità di quanto dichiara e ne risponde penalmente in caso di dichiarazione falsa o mendace.
Se dal controllo effettuato dall’Amministrazione Pubblica emerge che il contenuto delle dichiarazione non è veritiero, il dichiarante decade dai benefici eventualmente ottenuti sulla base della dichiarazione falsa.

Se un dipendente di una Pubblica Amministrazione o di un gestore di Pubblici Servizi non accetta l'autocertificazione commette violazione dei doveri d'ufficio e potrà essere segnalato all'Amministrazione di appartenenza per le relative sanzioni.

Modalità di richiesta

L’autocertificazione va presentata in carta semplice, compilando il relativo modulo (scaricabile in alto a destra) o scrivendola su carta libera.

Requisiti del richiedente

Essere cittadini Italiani o dell'Unione Europea.
Può essere presentata anche da cittadini di Paesi non appartenenti all'Unione, regolarmente soggiornanti in Italia, nel caso in cui la dichiarazione riguardi stati, fatti e qualità personali certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani.

Documentazione da presentare

  • Autocertificazione scritta e firmata (a lato della pagina è possibile scaricare un modulo generico di autocertificazione).
  • Documento di identità valido del dichiarante.

Costi

nessuno

Informazioni

Il Comune di Bagno a Ripoli è subentrato nell'Anagrafe nazionale della popolazione residente gestita dal Ministero dell'Interno che ha predisposto tra le altre cose una sezione dedicata ai cittadini, accedendo al link in alto a destra “portale Anpr”, è possibile, oltre che visualizzare tutti i dati inerenti la situazione anagrafica personale, anche scaricare le autocertificazioni già precompilate.
 

Normativa di riferimento

DPR 445/2000

Riferimenti e contatti

Ufficio
Servizi Demografici
Referente
Stefano Franchi - Paola Gennai - Maila Lanzini - Paola Mori - Filippo Salvadori - Petra Snijders
Responsabile
Antonella Biliotti
Indirizzo
Piazza della Vittoria, 1 - 50012 Bagno a Ripoli
Tel
055 055
Fax
0556390267
E-mail
comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it (da indirizzo pec) - servizidemografici@comune.bagno-a-ripoli.fi.it
Orario di apertura
Clicca su link esterno

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *