Informazioni

Il Comune di Bagno a Ripoli ha emanato un'ordinanza con la quale detta le norme per una corretta detenzione degli animali, nel rispetto dei loro diritti e delle norme igieniche.

In particolare:

  • è vietato lasciare vagare liberamente gli animali nelle aree pubbliche o comunque di uso pubblico ed è obbligo dei proprietari impedire che causino morsi, graffi, molestie o fastidio alle persone;
  • chiunque detenga nello stesso luogo più di quattro cani o più di otto gatti deve darne comunicazione all'Ufficio Polizia Amministrativa del Comune;
  • chiunque detenga animali deve impedire che questi rechino disturbo a terzi. In particolare, devono essere impediti rumori fastidiosi, o continui, o prodotti con esasperante regolarità, come l'abbaiare eccessivo o gli strepitii vari, soprattutto se dovuti alla solitudine o all'isolamento dell'animale;
  • è assolutamente vietato produrre esalazioni, miasmi e odori causati da animali detenuti in maniera che possano arrecare disturbo, nonché alimentare animali, su suolo pubblico o comunque aperto al pubblico, in prossimità delle abitazioni;
  • chiunque allevi, accudisca o nutra regolarmente animali, anche se lasciati in spazi o aree pubbliche o comunque aperte al pubblico è tenuto ad averne cura e a sottostare a tutti gli obblighi di un detentore, compresi gli obblighi di visita medica e sterilizzazione, qualora il numero dei medesimi diventi particolarmente elevato;
  • i cani devono essere condotti in luoghi pubblici o comunque aperti al pubblico, nei locali e mezzi pubblici di trasporto, sempre con guinzaglio e museruola. È ammesso il solo guinzaglio negli spazi aperti allaperto poco frequentati per i cani di piccola taglia, comunque con l'esclusione di pastori tedeschi, pastori maremmani, bulldogs, danesi, alani, mastini e simili, o comunque di indole mordace;
  • chiunque porti cani negli spazi pubblici, esclusi i campi al di fuori dai centri abitati, è obbligato a impedire che l'animale sporchi il suolo con escrementi o liquidi organici. È ammesso far depositare i medesimi, senza produrre danni all'ambiente nella zanella dei marciapiedi o in luoghi non frequentati da pedoni: in ogni caso, gli escrementi devono essere raccolti e deve essere effettuata la pulizia del suolo; a tal fine, i conduttori dei cani devono avere con sé strumenti per la pulizia e l'asportazione, quali palette, guanti, sacchetti e quant'altro sia ritenuto utile e adatto allo scopo;
  • è proibito l'accesso dei cani, anche condotti a guinzaglio e museruola, a giardini, spazi verdi, parchi giochi, piazzole, luoghi pubblici anche non recintati, dove siano dislocati giochi per bambini. Se il parco o giardino non è definibile da aiuole a verde o recinzioni, è proibita la presenza di cani nel raggio di 50 metri da ogni gioco pubblico per bambini;
  • è sempre vietata la presenza di cani negli spazi contraddistinti dal cartello di divieto di accesso ai cani.

Il Comando di Polizia Municipale ha avviato un servizio giornaliero di vigilanza del rispetto di queste disposizioni.

Oltre alle responsabilità penali, si ricorda quanto segue:

  • le sanzioni amministrative per le eventuali violazioni vanno da euro 154,98 a euro 464,81;
  • tali sanzioni si applicano anche:
    1) ai possessori e detentori anche momentanei e a chiunque allevi, accudisca o nutra regolarmente animali, anche se lasciati in aree pubbliche o comunque aperte al pubblico;
    2) a chiunque, senza valido motivo, impedisca agli organi di vigilanza di accedere, per i controlli sugli animali, ai luoghi di detenzioni anche privati, secondo tempi e modalità ragionevoli stabiliti dallo stesso detentore.

Alla base dell'ordinanza due considerazioni:

  • negli ultimi tempi si sono moltiplicate le proteste dei cittadini che, da un lato, denunciano ingiuste detenzioni di animali con gravi carenze dal punto di vista igienico e affettivo e, dall'altro, segnalano riprovevoli episodi di escrementi presenti sul suolo pubblico, di cani vaganti nei parchi giochi per bambini o comunque di pericolo o fastidio per la collettività;
  • con tali disposizioni, il Comune ha ritenuto di approfondire, armonizzare e precisare le leggi in vigore, al fine di fornire indicazioni e norme di rispetto sia degli animali e dei loro proprietari, sia della comunità cittadina in generale.

 

Riferimenti e contatti

Ufficio
AREA 4 - Affari generali
Referente
Daniela Cerini
Responsabile
Silvia Bramati
Indirizzo
Piazza della Vittoria, 1 - 50012 Bagno a Ripoli
Tel
0556390265 - 6390247 - 6390245
Fax
0556390267
E-mail
daniela.cerini@comune.bagno-a-ripoli.fi.it
Orario di apertura
Lunedì dalle 8:00 alle 13:00 - il Giovedì dalle 14:30 alle 18:00

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *