Documentazione da presentare

Per l’autorizzazione alla cremazione occorre presentare richiesta (modulo richiesta cremazione) all'Ufficio di Stato civile, allegando la seguente documentazione:

  •  se la persona deceduta aveva espresso la volontà di essere cremata, occorre presentare all'ufficio la dichiarazione della volontà della persona deceduta
  •  se il deceduto era iscritto a un’associazione/società che ha fra i suoi fini anche la cremazione, occorre che la dichiarazione di volontà sia convalidata dal presidente dell'associazione/società
  • in mancanza di volontà scritte del defunto, la dichiarazione del coniuge/unito civilmente o dei parenti prossimi della volontà del defunto di essere cremato (in questo caso è sufficiente compilare il modulo anche nella parte relativa alla dichiarazione)

La cremazione potrà essere autorizzata solo nel caso in cui sia esclusa l’ipotesi che la morte sia dovuta a reato, attraverso il rilascio del certificato in carta libera redatto dal medico necroscopo o del nulla osta rilasciato dall’Autorità Giudiziaria.
 

 

Costi

Per l’autorizzazione, 2 marche da bollo da € 16,00 (una per la richiesta di cremazione e una per l’autorizzazione).
Per sapere quali siano i costi della cremazione, occorre rivolgersi alle società/associazioni deputate alla cremazione.
 

Informazioni

La cremazione deve essere autorizzata dall'Ufficiale di Stato Civile del Comune nel quale è avvenuto il decesso o dove si trovano i resti mortali

L’autorizzazione è concessa in presenza di una delle seguenti condizioni:

  • il deceduto aveva espresso la volontà di essere cremato tramite testamento in forma olografa o reso e depositato presso un notaio
  • il deceduto era iscritto a un’associazione/società che ha fra i suoi fini anche la cremazione
  • in mancanza di disposizione testamentaria o di iscrizione a un’associazione/società per la Cremazione, la volontà del defunto può essere manifestata dal coniuge/unito civilmente o, in difetto (nel caso in cui il defunto fosse celibe/nubile, vedovo/a, divorziato/a) dal parente più prossimo individuato secondo gli artt. 74, 75, 76 e 77 del Codice Civile e, nel caso di più parenti dello stesso grado, dalla maggioranza di essi. In caso di minori o di interdetti, la volontà alla cremazione può essere espressa dai loro legali rappresentanti.


Le ceneri possono essere:

  • collocate nel cimitero in ossarini o in loculi colombari o in tombe di famiglia
  • interrate nel cimitero
  • affidate alla famiglia per la conservazione (vedi scheda conservazione ceneri)
  • disperse in natura (vedi scheda dispersioni ceneri)

Normativa di riferimento

  • Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 285/90
  • Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria e Cimiteri, in vigore dal 1970 (per visualizzare il Regolamento cliccare su Amministrazione Trasparente sulla home page del sito web del Comune di Bagno a Ripoli, Disposizioni generali, Atti generali)
  • Legge di conversione n. 26 del 28 febbraio 2001
  • Legge n. 130 del 30 marzo 2001

Riferimenti e contatti

Ufficio
Servizi Demografici
Referente
Stefano Franchi - Paola Gennai - Maila Lanzini - Paola Mori - Filippo Salvadori - Petra Snijders
Responsabile
Antonella Biliotti
Indirizzo
Piazza della Vittoria, 1 - 50012 Bagno a Ripoli
Tel
055 055
Fax
055 6390267
E-mail
comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it (da indirizzo pec) - servizidemografici@comune.bagno-a-ripoli.fi.it
Orario di apertura
Cliccare link esterno

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *