Descrizione

I cittadini italiani che si sposano all'estero devono far trascrivere il proprio atto di matrimonio dall'ufficiale di stato civile del Comune di residenza o del Comune di iscrizione Aire (Anagrafe Italiana Residenti all’Estero). Alla trascrizione, in genere, provvede direttamente il Consolato italiano del luogo in cui sono state celebrate le nozze; in caso contrario, deve provvedere il diretto interessato.

Devono far trascrivere il proprio atto di matrimonio anche i cittadini stranieri, non appena acquisita la cittadinanza italiana.

È necessario che l'atto sia accompagnato da una traduzione in lingua italiana e sia stato legalizzato, a parte i casi in cui le convenzioni internazionali dispongano diversamente.

Modalità di richiesta

Presentazione istanza, compilando il modulo 'richiesta_trascrizione_atti' presente nella sezione documenti e modulistica, corredata dell'atto di matrimonio in originale, o in copia conforme all’originale, e da un documento di identità:

  • all’Ufficio Relazioni con il Pubblico, negli orari di apertura
  • per posta ordinaria a: Comune di Bagno a Ripoli, Piazza della Vittoria 1, 50012 Bagno a Ripoli

L'atto di matrimonio deve essere:

  • tradotto in lingua italiana conforme al testo straniero (art. 22 D.P.R. 396/2000) dall'Autorità Consolare Italiana all'estero o da un traduttore con firma legalizzata sempre dal Consolato
  • legalizzato dall'Autorità Consolare Italiana all'estero (art. 33 D.P.R. 445/2000) o con una certificazione sostitutiva chiamata Apostille, prevista dalla Convenzione dell'Aja (se lo Stato ha aderito a tale convenzione)

oppure:

  • su modello plurilingue se lo Stato rientra tra quelli aderenti alla Convenzione di Vienna dell'8 settembre 1976 (Austria, Belgio, Bosnia-Erzegovna, Bulgaria, Capoverde, Croazia, Estonia, Francia, Germania, Italia, Lituania, Lussemburgo, Macedonia del Nord, Moldova, Montenegro, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Serbia, Slovenia, Spagna, Svizzera e Turchia); in tal caso, l'atto è esente da traduzione e legalizzazione
  • in formato documento pubblico, come previsto dal Regolamento (UE) 2016/1191 del 6 luglio 2016, entrato in vigore il 16 febbraio 2019, che ha ulteriormente semplificato la circolarità dei documenti pubblici all’interno della Comunità Europea, esentando i cittadini della UE dall’obbligo della traduzione e legalizzazione

Requisiti del richiedente

Per poter richiedere la trascrizione occorre:

  • essere cittadino italiano
  • essere iscritto all'Aire

Iter procedura

L’Ufficiale di Stato Civile trascriverà l’atto sui registri di Stato di Civile, invierà le annotazioni del matrimonio ai comuni di nascita e aggiornerà il nuovo stato civile dei coniugi in anagrafe o nei propri elenchi Aire (Anagrafe Italiana Residenti all’Estero).

A conclusione della procedura sarà possibile il rilascio del certificato / estratto di matrimonio.

Per ulteriori informazioni sul rilascio dei certificati, consulta la sezione Schede Collegate 'certificati anagrafici', 'certificati / estratti di stato civile' e 'certificati on line'.

Costi

Nessuno.

Normativa di riferimento

  • D.P.R. n. 396 del 3.11.2000 art.12, comma 11, e art. 22
  • Convenzione di Vienna dell'8 settembre 1976
  • Regolamento (UE) 2016/1191 del 6 luglio 2016

Riferimenti e contatti

Ufficio
Servizi demografici
Referente
Stefano Franchi - Paola Gennai - Maila Lanzini - Paola Mori - Filippo Salvadori - Petra Snijders
Responsabile
Antonella Biliotti
Indirizzo
Piazza della Vittoria, 1 - 50012 Bagno a Ripoli
Tel
055055
E-mail
servizidemografici@comune.bagno-a-ripoli.fi.it comune.bagno-a-ripoli@postacert.toscana.it
Orario di apertura
Clicca sul link esterno

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *