Modalità di richiesta

Per conoscere le modalità di richiesta della concessione per l'occupazione temporanea di suolo pubblico consulta le pagine "Occupazione temporanea suolo pubblico edile e generica - Richiesta" e/o "Occupazione temporanea suolo pubblico manomissione stradale - Richiesta" ai sottostanti link.
 

 

 

 
 

 

 

Requisiti del richiedente

La concessione deve essere richiesta per poter occupare il suolo pubblico (vie, piazze, corsi, giardini, parchi, etc.) o suolo privato soggetto a servitù pubblica (es. strada privata).

Costi

Sono previsti i seguenti costi:

  • pagamento della T.O.S.A.P. (Tassa per l'Occupazione Suolo ed Aree Pubbliche), calcolata in base all'area occupata. La tassa si applica in base alle fasce di tariffa moltiplicate per i metri quadrati. Il pagamento può essere effettuato alternativamente mediante versamento:
  1. sul conto corrente postale n. 9632775 intestato al Comune di Bagno a Ripoli TOSAP;
  2. mediante bonifico bancario IBAN IT 62 X 07601 02800 000009632775 intestato a Comune di Bagno a Ripoli Servizio Tesoreria Tosap.

Per le tariffe complete vedasi l'apposito prospetto riassuntivo.

La tassa non è dovuta quando l'ammontare del tributo è pari o inferiore a Euro 5,16457.

Informazioni

La concessione temporanea viene rilasciata per un periodo inferiore all'anno e può essere rinnovata.
Qualora risulti necessaria l'emissione di ordinanze di modifica alla viabilità,  a seguito di occupazioni di suolo pubblico che interessino la sede stradale (traslochi, impianti fognari, etc.), deve essere richiesta espressamente nell'apposito stampato.
Per più occupazioni in luoghi diversi, occorrono singole concessioni.
Eventuali cambiamenti di data devono essere comunicati al Comando di Polizia Municipale almeno cinque giorni prima della data indicata nella richiesta.
Nel caso in cui il richiedente dovesse rinunciare all'occupazione di suolo pubblico è necessario che lo comunichi tempestivamente anche via fax sempre al Comando di Polizia Municipale.

N.B. Qualora l'occupazione riguardi lo svolgimento di lavori sulle Vie Roma, Chiantigiana e di Tizzano è necessario richiedere preventivamente il nulla - osta della Provincia in allegato al sottostante link.

Esenzioni.
Sono esenti dal pagamento della tassa le seguenti occupazioni:

  • occupazioni effettuate dallo Stato, Regioni, Province, Comuni e loro Consorzi, da Enti religiosi per l'esercizio di culti ammessi nello Stato, da Enti pubblici di cui all'art. n. 87, comma 1, lettera c), del Testo Unico delle Imposte sui Redditi, approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 22.12.1986, n. 917, per finalità specifiche di assistenza, previdenza, sanità, educazione, cultura e ricerca scientifica;
  • le tabelle indicative delle stazioni e fermate degli orari dei servizi pubblici di trasporto, nonché le tabelle che interessano la circolazione stradale, purché non contengano indicazioni di pubblicità, gli orologi funzionanti per pubblica utilità, sebbene di privata pertinenza, nonché le aste delle bandiere;
  • le vetture destinate al servizio di trasporto pubblico di linea in concessione, nonché le vetture a trazione animale, durante le soste o nei posteggi ad esse assegnati;
  • occupazioni occasionali di durata non superiore a quella stabilita nel regolamento di polizia locale e le occupazioni determinate dalla sosta dei veicoli per il tempo necessario al carico e allo scarico delle merci;
  • gli impianti adibiti ai servizi pubblici nei casi in cui ne sia prevista, all'atto della concessione o successivamente, la devoluzione gratuita al Comune al termine della concessione medesima;
  • le aree cimiteriali;
  • gli accessi carrabili destinati ai soggetti portatori di handicap; per accesso, si intende qualsiasi manufatto (scivoli, passi carrabili, etc.) da chiunque costruito per agevolare il transito dei veicoli condotti o comunque utilizzati da disabili. L'esenzione è concessa per l'intera occupazione anche se utilizzata da più soggetti, a condizione che fra gli utilizzatori vi sia un disabile;
  • gli innesti o allacci agli impianti di erogazione di pubblici servizi;
  • le manifestazioni o iniziative a carattere politico, purché l'area occupata non superi i dieci metri quadrati;
  • commercio ambulante itinerante: soste fino a 60 minuti;
  • occupazioni sovrastanti il suolo pubblico con festoni, addobbi, luminarie in occasione di festività o ricorrenze civili e religiose. La collocazione di luminarie natalizie è esente quando avvenga nel rispetto delle prescrizioni di legge vigenti (Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza);
  • occupazioni permanenti con autovetture adibite al trasporto pubblico (taxi) nelle aree a ciò destinate dal Comune;
  • pur non essendo previsto esplicitamente dalla legge, l'Amministrazione ha ritenuto di esentare anche le occupazioni effettuate da organizzazioni di volontariato iscritte all'apposito registro regionale , con finalità di carattere sociale, sanitario, civile e culturale, che svolgono, senza scopo di lucro, attività volte alla prevenzione e rimozione di situazioni di bisogno della persona umana e della collettività, destinate alla generalità della popolazione e non esclusivamente agli aderenti all'organizzazione medesima.

Esclusione dalla tassa
La tassa non si applica alle occupazioni temporanee di aree appartenenti al patrimonio disponibile del Comune o al demanio dello Stato, nonché delle strade statali o provinciali per la parte di esse non ricompresa all'interno dei centri abitati.

Riduzioni di superficie

  • le superfici che superano i 1.000 metri quadrati sono calcolate in ragione del 10%;
  • per le occupazioni realizzate con l'installazione di attrazioni, giochi e divertimenti dello spettacolo viaggiante, le superfici sono calcolate in ragione del 50% fino a 100 metri quadrati, del 25% per la parte eccedente i 100 metri quadrati e fino a 1.000 metri quadrati, del 10% per la parte eccedente 1.000 metri quadrati;
  • per le occupazioni di durata pari o superiori a 15 giorni, la tariffa è ridotta del 50% per l'intero periodo;
  • per le occupazioni di durata pari o superiore a un mese (30 giorni o il mese solare) o che si verifichino con carattere ricorrente, la riscossione è operata mediante convenzione a tariffa ridotta del 50%.

Per le riduzioni e le maggiorazioni di tariffa si fa riferimento alle disposizioni di legge ed al tariffario in vigore.

 

Normativa di riferimento

- Legge 266/1991, n. 266;
- Legge Regionale 28/1993, n. 28;
- D.P.R. 917/1986 "Testo Unico delle Imposte sui Redditi".

 

Riferimenti e contatti

Ufficio
Tosap

FEEDBACK



Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *