Piano strutturale “sostenibile”, Bagno a Ripoli riscrive gli strumenti urbanistici grazie al contributo dei cittadini

Pubblicato Lunedì, 30 Ottobre 2017
Data di scadenza Lunedì, 30 Ottobre 2017

Fino al 30 ottobre 2017 la manifestazione di interesse per lo sviluppo e la riqualificazione del territorio di Bagno a Ripoli e l'aggiornamento di Piano strutturale e Piano operativo.

Urbanistica, prende il via la revisione e l'aggiornamento del Piano strutturale e del Piano operativo del Comune di Bagno a Ripoli. I cittadini potranno dire la loro, presentando idee, contributi e proposte attraverso una manifestazione di interesse che resterà aperta fino al 30 ottobre. È quanto stabilito dalla giunta comunale per dotare Bagno a Ripoli dei nuovi strumenti di pianificazione territoriale e urbanistica adeguati e conformi alle prescrizioni della legge regionale per il governo del territorio (legge 65/2014) e al Piano paesaggistico regionale. Per fare il punto sul percorso di partecipazione e sui termini dell'avviso pubblico, che nei prossimi giorni sarà reperibile e scaricabile in forma integrale sul sito del Comune (http://www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it), è in programma un'assemblea con la cittadinanza che si svolgerà mercoledì 28 giugno alle 17 nella Sala consiliare Falcone e Borsellino del Palazzo comunale.

“Bagno a Ripoli è un territorio di pregio posto tra Firenze, il Chianti, il Valdarno, che è sempre più attrattivo e fonte di opportunità, grazie anche alle nuove grandi infrastrutture in fase di realizzazione che cambieranno il volto del territorio.

Per cogliere e sfruttare al massimo tutte le opportunità diamo il via ad una manifestazione di interesse, una 'finestra' di quattro mesi mediante la quale - dicono il sindaco Francesco Casini e l'assessore all'urbanistica Paolo Frezzi – raccoglieremo i contributi e le idee migliori della collettività. Sarà un percorso di partecipazione ampio e trasparente che impiegheremo per dare risposte vere e concrete e per creare nuove opportunità per i singoli cittadini, le imprese del territorio esistenti e quelle che vogliono insediarsi, per riqualificare i nostri centri urbani. Lo faremo senza consumo di nuovo suolo, all'insegna dell'altissima qualità e della bellezza, mediante la rigenerazione urbana e la riqualificazione del patrimonio edilizio già esistente, che saranno dunque i princìpi cardine dei nuovi strumenti urbanistici. Strumenti che diranno sì a sviluppo, investimenti e infrastrutture purché siano all'insegna della sostenibilità”.

Di seguito il “decalogo” steso dal Comune, contenente le linee strategiche e gli obiettivi della nuova pianificazione territoriale e urbanistica:
1. Consolidare le aziende esistenti e favorire l’insediamento di nuove realtà produttive
2. Contenere il consumo di suolo
3. Valorizzare gli “ambiti periurbani”
4. Tutelare e valorizzare il territorio rurale
5. Favorire lo sviluppo delle attività agricole professionali
6. Realizzare infrastrutture e servizi pubblici adeguati
7. Riqualificare e consolidare il patrimonio esistente
8. Tutelare l’ambiente attraverso uno sviluppo sostenibile
9. Tutelare e progettare il paesaggio
10. Rispondere alle esigenze abitative e consolidare l’insediamento delle famiglie residenti sul territorio.

Le proposte presentate saranno esaminate in base ai seguenti criteri orientativi:
elementi d’interesse pubblico e benefici per la collettività contenuti nella proposta,
localizzazione delle proposte in relazione al contenimento del consumo di suolo,
capacità di perseguimento degli obiettivi generali sopra indicati,
coerenza delle proposte con i caratteri indicati nell’avviso,
compatibilità con eventuali vincoli di tutela dei beni culturali, paesaggistici ed ambientali.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla mail partecipando@comune.bagno-a-ripoli.fi.it o al Call Center Linea Comune, tel. 055.055, da lunedì a sabato, ore 8-20

Bagno a Ripoli, 16 giugno 2017