Wine Tour

 

Wine tour: degustazioni e aziende

 

Il territorio del Comune di Bagno a Ripoli è caratterizzato da una produzione di vino IGT (Indicazione Geografica Tipica), DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita) e in alcuni casi di denominazione Chianti Colli Fiorentini di notevole qualità.

Il nostro itinerario alla scoperta del vino locale parte dai confini orientali del territorio comunale (limitrofi alla località di Rosano), ossia dall'Azienda Agricola Petreto, esperienza particolare della produzione vitivinicola ripolese, nata nel 1871, che vanta una lunga storia di qualità e passione evidente dalle loro produzioni.

In particolare dal 1986 è stata intrapresa una ricerca ancora più accurata sui vigneti che ha portato alla creazione, nel 1989, del Pourriture Noble, la punta di diamante della produzione, che ha consacrato il prestigio dell'azienda; il Pourriture Noble, vino ottenuto da uve Sauvignon e Semillon colpite da Botrytis cinerea, nota anche come muffa nobile, è stato infatti premiato in occasione di concorsi internazionali dedicati ai vini liquorosi e passiti e da alcuni anni vanta i "due bicchieri" della Guida Vini d'Italia del Gambero Rosso.

Alla produzione si associano anche l'Igt Bianco Toscana "Le Sassaie" (Sauvignon 50% e Semillon 50%) un vino dal colore paglierino con profumi di albicocca e fiori di Zagara, con sentori che ricordano passion fruit e sfumature di miele di acacia; il Chianti Colli Fiorentini DOCG (85% Sangiovese, 10% Merlot, 5% Colorino), uno dei vini tutelati dal Consorzio Chianti Colli Firentini; e il Bocciolè Rosso Toscano Igt (Merlot in purezza), vino dal colore rubino deciso in cui sono distinguibili sentori di ciliegia e susina matura.

Seconda tappa del nostro itinerario è la Fattoria Le Sorgenti, situata in località Vallina. Gestita dalla famiglia Ferrari, è una delle aziende più importanti del territorio sia per la quantità che per la qualità dei suoi prodotti. Respiro (San Giovese in purezza) è uno dei vini tutelati dal consorzio Chianti Colli Fiorentini e pluripremiato nel corso degli anni da vari riconoscimenti nazionali e internazionali.

Tra le altre produzioni: Sghiràs Bianco IGT, (Chardonnay, Trebbiano Toscano) ha ricevuto i 2 bicchieri del Gambero Rosso nel 2009; Scirus Rosso IGT (Cabernet, Merlot, Petit Verdot, Malbec) classificato eccellenza dalla Guida L'Espresso nel 2006. L'azienda produce anche grappa, Vin Santo, Olio e Miele.

Spostandosi verso l'Antella, attraverso Via della Croce prima e poi via Ubaldino Peruzzi, si raggiunge la Fattoria di Balatro caratterizzata dalla produzione di Chianti "Fattoria di Balatro" DOCG, Fattoria di Balatro IGT toscano rosso, vino rosato, vino sfuso, Vin Santo.

Non lontano da questa azienda agricola è consigliata un'ulteriore sosta all'Azienda Agricola Malenchini, situata all'interno della splendida villa medicea di Liliano. Guidata da Diletta Malenchini, . Tra questi spicca su tutti il Bruzzico 2005 (composto da Cabernet Sauvignon 80% e Sangiovese 20%) perfare 2 bicchieri Gambero Rosso nel 2009, caratterizzato da un profumo intenso e complesso con note fruttate (prugne e piccoli frutti di bosco) a cui si associano piacevoli note di spezie e vaniglia. Tra gli altri prodotti: Chianti DOCG, Chianti Colli Fiorentini, e Vin Santo DOC prodotto con uve malvasia.

All'interno dell'antica Villa rinascimentale di Poggio Casciano si trova una delle tenute dell'Azienda Ruffino, che si estende per circa 200 ettari, 60 dei quali a vigneti. Questi sono coltivati sulle varie colline della zona a esposizioni e altitudini diverse, idonee a esaltare al meglio le caratteristiche delle singole varietà. Qui si coltivano Sangiovese, Merlot, Syrah e Pinot Nero. Quest'ultimo vitigno è motivo di particolare orgoglio nella produzione aziendale in quanto negli anni '80 Ruffino fu pioniere nella coltivazione del Pinot Nero in Toscana.

Da molti anni i vigneti sono costantemente monitorati da 40 speciali stazioni idroclimatiche, posizionate in posti strategici della tenuta. Registrando le temperature, le precipitazioni, il grado di umidità e le radiazioni solari è stato possibile creare una "mappatura agroclimatica" di altissima precisione. In conformità con questi studi sono stati determinati i vari vitigni che sono oggi coltivati a Poggio Casciano. L'uva vendemmiata in questi vigneti viene poi sottoposta a microvinificazioni, importantissime per studiare la risposta di un determinato vitigno a un microclima specifico.

Ultima tappa, non certo per ordine di importanza, di questo nostro cammino alla scoperta dei vini locali è l'Azienda Agricola Castel Ruggero di Niccolò d'Afflitto. L'azienda è costituita da 120 ettari di terreno, a 250 metri sul livello del mare di cui 12 sono piantati a vigneto specializzato ed il resto oliveti e boschi, su terreni prevalentemente argillosi.

I vigneti tutti rinnovati negli ultimi 10 anni sono coltivati a Sangiovese, Merlot, Cabernet Franc e Syrah. L'azienda produce un Chianti Classico (San Giovese, Merlot, Cabernet Franc) e un Chianti IGT (Merlot, Cabernet Franc, Syrah).

 

Clicca qui per stampare contenuto