trekking 2

Villamagna - Poggio Incontro - Villamagna

 

Tipo di percorso: sterrato, a piedi, mountain bike o cavallo.

Durata: 2:30/2:45 ore

Lunghezza: 6,90 km

Dislivello salita e discesa: 275 m

 

L'itinerario inizia dalla piazza di Villamagna (Coord. GPS N 43°45'42" E 11°22'57") dove sorge la pieve di San Donnino: degno di nota il campanile romanico-lombardo. Dalla piazza si raggiungono i giardini pubblici dove, sul lato sinistro, un viottolo in salita porta all'oratorio del Beato Gherardo, semplice edificio in pietra del trecento, nel cui interno, a unica navata, vi sono tracce di affreschi del XV secolo e l'arca vuota del beato Gherardo, le cui spoglie riposano nell'urna cinquecentesca conservata nella citata pieve di San Donnino.

Sul lato opposto della strada, di fronte all'oratorio, inizia il sentiero per l'Incontro. Attraverso un bosco di roverelle e carpini, con sottobosco di ginestra, ginepro e cisto saliamo ad un bivio dove volteremo a sinistra seguendo la segnaletica bianco /rossa; per poi continuare, sempre in salita, per il sentiero CAI n° 4, che conduce al convento dell'Incontro (m557 s.l.m.).

Il convento, costruito nel 1715 dal beato Leonardo di Porto Maurizio, fu distrutto durante la II guerra mondiale e ricostruito nel 1950, dopo anni di incuria e abbandono , recenti interventi hanno migliorato e valorizzato l'intera struttura, che comprende anche un parco ricco di essenze arboree.

Uscendo dal cancello del convento e percorrendo a sinistra la strada asfaltata si può godere di un ampio panorama che spazia su Firenze, sulla valle dell'Arno fino agli Appennini.

In prossimità dei ripetitori scendendo pochi metri e poi voltando subito a sinistra e costeggiando il muro perimetrale del convento arriviamo alla strada comunale dell'Incontro, fino a trovare sulla destra il sentiero CAI 00 che percorreremo in discesa, in un bosco di cipressi parzialmente distrutti da un incendio, fino a ritrovare la strada asfaltata. Ad una curva segnata da un crocifisso, proseguendo a dritto si giunge a Villa Poggio a Luco. Deviando a sinistra, tra i cipressi in leggera salita, si oltrepassa la località Le Mura da dove, in discesa, si raggiunge via di San Romolo. Voltando a sinistra torniamo a Villamagna, dove termina l'itinerario.

 

Clicca qui per stampare contenuto